La correlazione tra turismo e export agroalimentare

La correlazione tra turismo e export agroalimentare

3 Settembre 2019 0 Di Elio Palumbieri

La correlazione tra turismo e export agroalimentare c’è. A rilevarlo – o, meglio, a ribadirlo – è uno studio eseguito dalla Camera di Commercio di Verona.

Lo studio sulla correlazione tra turismo e export agroalimentare

Lo studio ha constatato come il turista straniero, una volta tornato nella sua terra, cerchi e acquisti i prodotti che ha potuto degustare durante il periodo di vacanza.

Leggi anche “Enoturismo: ecco le norme”

Nel confrontare le graduatorie di incoming turistico e di export, la Camera di Commercio di Verone ha riscontrato importanti parallelismi. Basti pensare alla Germania (al primo posto in entrambi i ranking), al Regno Unito (3° nella graduatoria del mercato turistico, 2° in quella delle esportazioni), all’Austria (rispettivamente 4° e 5°) e alla Svizzera (6° in entrambe le classifiche).

L’Italia può vivere di solo turismo?

Si tratta di una notizia di non poco conto. Spesso sentiamo dire che “l’Italia potrebbe vivere di solo turismo”. Non è vero. Ciò che bisogna evidenziare, però, è che il turismo può fungere da volano anche per altri settori strategici per la nostra economia.

E’ fondamentale, a questo scopo, riuscire ad integrare le due filiere tramite una precisa strategia aggregativa non invasiva dell’autonomia delle imprese ma idonea sia a garantire la qualità dei servizi turistici e del prodotto agroalimentare che a comunicare la stessa. Con un focus sulla sostenibilità ambientale, tema sempre più importante, anche nelle menti e nelle esigenze dei turisti.

Condividi questo post: